Tag: Poshead

Anastacia & Poshead

Cinema, che passione!

  • Blog

Totally in Love with..

Si sta svolgendo in questi giorni la 78° Mostra del Cinema presso il Lido di Venezia organizzata dalla Biennale, manifestazione che vuole favorire la diffusione di arte cinematografica, industria e spettacolo… e questa libertà di espressione e divulgazione dell’arte, entusiasma Poshead.

Siamo in fibrillazione per la proiezione di American Night, dove tutte le Icons Posh sono già visibili dal trailer: chissà se riuscirete a scoprire qual è il trait d’union segreto tra American Night e Poshead!

Challenge is starting.. stay tuned!

Poshead

anastacia, Andy Warhol, biennale, Bruce Lee, cinema, coming soon, della valle, festival del cinema, jim della valle, Jonathan rhys meyers, lido, Marco Leonardi, Marilyn Monroe, Mario Schifano, Michael Madsen, paz vega, Pop Art, Poshead, venezia

Posh Warhol Collection

“L’arte esiste (forse), ma io non ci credo”, Andy Warhol

È superfluo parlare di nuovo del nodo che lega il nostro brand al mondo dell’arte: per tutti voi che ci leggete e siete nostri fedeli amici, Poshfriends come amiamo definirvi noi, il legame tra Arte e Poshead è ormai più che noto.

Il rapporto con l’arte per Poshead è da sempre saldo e importante e come una chiocciola gira sempre sulle stesse basi: ARTE-MANUFATTO-COMUNICAZIONE-CONCETTO.

Non potevamo mancare in una celebrazione importante al riguardo, una collezione che parlasse apertamente di un’artista, uno in particolare, quell’artista che ha rotto tutti gli schemi della storia dell’arte, quel personaggio che negli anni ’60 a New York, per dirla con Argan, rappresenta la “non creatività della civiltà di massa”: Andy Warhol. Non è più tempo di artigianalità con il minimo di quantità e il massimo di qualità, è da molto passata la Rivoluzione Industriale e siamo in pieno boom economico degli anni ’60 per di più a New York: Warhol è il massimo esponente della Pop Art.

Superficialmente potremmo essere orientati a pensare a questo artista come a un esponente di concetti che sono esattamente il contrario di quello che Poshead dall’inizio della sua carriera cerca di comunicare; Warhol infatti sembra voler approvare la nullificazione dell’autore, la riproduzione illimitata, la mercificazione. In realtà l’artista americano non approvava la cultura di massa e il modo di vivere statunitense, interessandosi soprattutto all’aspetto psicologico che la ripetizione, di notizie o di immagini, influivano sul pubblico diventando così il più grande comunicatore dell’american way of life. Prodotto artigianale contro prodotto industriale è una differenza che aveva bene a mente Warhol: un concetto basilare nella creazione e nella produzione del nostro brand.

Tutto ciò che apparentemente Poshead e Warhol hanno in contrapposizione non sono altro che anelli di congiunzione

L’idea di dedicare una collezione a questo artista nasce dall’amore, neanche a dirlo, verso l’accessorio must per eccellenza, gli occhiali, protagonisti indiscussi del marchio Poshead e inseparabili compagni di ogni uscita che Andy Warhol faceva, abbinati sempre alla sua Leica per la quale spendeva queste parole: ”io porto la mia macchina fotografica ovunque vada. Avere un nuovo rullino da sviluppare mi dà una buona ragione per svegliarmi la mattina”.

Con la Collezione Warhol l’accessorio che contraddistingue Poshead, gli occhiali, sono stati realizzati in metallo e smaltati per poi essere esibiti sulle nostre creazioni in pelle o in denim. Attenzione ai materiali e rispetto delle materie prime e di ottima qualità ci hanno portato a produrli in chiave estremamente pop, dall’aspetto lucente, argentati o dorati, smaltati a mano e in colori contrastanti in modo da poter riprodurre il brand in versione estremamente pop proprio come una scritta di un cartellone pubblicitario.

Le borse di questa singolarissima collezione non sono presenti sul nostro shop on line e possono essere acquistate solo previa ordinazione.

Poshead, brand concettualmente pop e amante dell’arte, crea e produce da sempre i suoi manufatti artigianalmente in Italia.

Poshead

Andy Warhol, Arte e Moda, Factory, Guggenheim, LGBT, moda, MoMA, New York, Pop Art, Poshead, Pubblicità, Roma

Posh Private Collection

  • Blog

Creatività e sperimentazione sono le coordinate entro cui si muove la nuovissima Private Collection by Poshead. Partendo ancora una volta
dall’unione dei due accessori per eccellenza, la borsa e gli occhiali, la designer dà vita ad una ricerca attenta di materiali pregiati accostando la
moda al mondo del lavoro onnipresente mai come adesso nella nostra vita in ufficio, in smart working o al parco.


E’ un viaggio che prende ispirazione dai classici supereroi per arrivare a noi, supereroi di tutti i giorni, dove non esiste più orario o luogo, dove non c’è più distinzione tra casa, lavoro e tempo libero, in un total glam che ci accompagna da mattino a sera e che contiene il nostro mondo in un tablet o in un pc.


Ecco così che il nuovo zaino porta pc in vera pelle, il Posh Work si veste dell’occhiale minimal realizzato con la tecnica Embossing, insieme alla valigetta 24h, la nostra Posh Case e al porta pc, Posh Note, generando un set imperdibile per uomo e donna, personalizzabile con nome in etichetta e diventando dei veri e propri must have da avere o da regalare ai nostri cari.


La Palette cromatica parte da toni scuri, come il nero e il cuoio, per poi
esplorare le tonalità più divertenti come l’acquamarina, il porpora fino ad arrivare al neutro bianco neve.

SPOT SAN VALENTINO PRIVATE COLLECTION

#POSHPRIVATE

Embossing, Poshead, Private Collection

La bellezza secondo Poshead

  • Blog


Cosa si intende esattamente per bellezza?

 E in che senso Poshead definisce questo concetto?

Ormai siete per noi degli autentici Poshfriends, con voi abbiamo definito quelli che sono i nostri concetti fondamentali.

Tra questo, vi sarà capitato più volte, di leggerci o di vederci attraverso le nostre creazioni, e aver intuito che il concetto di bellezza è per noi un valore assolutamente soggettivo.

Malgrado la formazione accademica e la conoscenza dei canoni classici un tempo necessari per realizzare un’opera, Poshead afferma che la bellezza è un valore personale e assolutamente nulla può essere definito bello o brutto.

Per questo motivo il brand parte sempre da una visione soggettiva dei prodotti che possano farci esprimere la nostra interiorità, dando vita a creazioni di bellezza propria, non comuni, non classificabili, che aggiungono carattere alla persona stessa.

L’unicità che ne scaturisce non ha nulla di legato al concetto di bellezza oggettiva ma vive di un concetto personale dove nulla si può definire bello o brutto. Quello che secondo Poshead rimanda al sentimento di bellezza è frutto di comunicazione, di idea, di diffusione ed esternazione dell’interiore.

Per non correre il rischio di lasciarsi annoiare dalla visione della bellezza fine a se stessa, Poshead ha bisogno dell’imperfezione per creare qualcosa di unico come ogni Poshead.

E’ nell’imperfezione che risiede la straordinaria bellezza.

Poshead

Arte, Artista, Bellezza, canoni, eleganza, Espressione, Fascino, Imperfezione, Interiorità, Poshead